Render con Fryrender e 3D Studio Max

Fryrender un motore di unbiased come maxwell e pur essendo nato dopo di questo sta

dando del filo da torcere a maxwell,chi lo usa dice che per gli interni è anche piu veloce parametro

da tenere in considerazione considerando la lentezza dei motori unbiased per esterni si parla di

minimo 3 ore,
per gli interni si arriva anche a 20 ore, personalmente non li ho mai usati a parte

maxwell ma piu per provarlo che per usarlo effettivamente per un lavoro in quanto un di

20 ore non potrei mai proporlo nel mio ambiente di lavoro L. Comunque indubbia la qualità e

la spettacolarita’ delle immagini prodotte che sembrano quasi foto.

Ho deciso di provarlo sul pc di un amico , premetto che non sono un esperto la prima volta che

lo apro e non ho letto ancora nessun tutorial, anche se abbastanza intuitivo soprattutto per chi ha

usato maxwell integrato in 3d studio spero di non fare troppi errori, nel caso qualche esperto me

lo fara’ notare

Cercherò di impostare una scena molto base di un esterno usando 3d studio max9 e fryrender

Aperto il modello imposto fryrender come motore nel pannello settaggio

Nel pannello materiali compare il nuovo materiale frymaterial

Cliccando su OPEN FRYRENDER MATERIAL EDITOR si apre il pannello di impostazione

materiali, di base ci sono gia moltissimi materiali, per la mia scena scelgo un materiale

vetro e alluminio

Per la pavimentazione scelgo un materiale diffuse in cui vado a caricare una mia texture cliccando

sul tasto BITMAP al rigo Ref 0

Sul pulsante a destra della scritta Path vado a caricare una texture

Per vederne l anteprima basta premere il tasto play

Posso caricare una mappa bump dall apposto tasto

Nel pannello delle texture abbiamo dei cursori che ci consentono di migliorarne l aspetto come se

fossimo in un programma di ritocco immagini

Per renderizzare con fryrender e necessario inserire una FRY CAMERA che troviamo nelle

telecamere di 3d studio.

Qui possiamo impostare l obiettivo, ritroviamo lo shutter speed e l iso film che ci consentono di

regolare l esposizione e l apertura dell obiettivo della telecamera come se fosse una macchina

fotografica.

Ormai quasi tutti i motori offrono questa possibilita daa maxwell a mentalray

Impostata la telecamera apriamo il pannello di settaggio da qui possiamo impostare la

configurazione del e la configurazione del cielo

L oggetto sole FRY Sun lo troviamo nelle impostazioni delle luci

Nell ENVIRONMENT CONFIGURATION possiamo impostare un cielo fisico Physical sky oppure

caricare una mappa da BACKGROUND MAPPING – BITMAP

i

In RENDER CONFIGURATION imposto la dimensione del e il percorso di salvataggio del

file immagine confermo con accept e lancio il

Si apre il pannello di di fryrender in cui troviamo ii comandi per migliorare la luminosit del

nostro mentre si sta creando, come possibile fare anche con maxwell

Poi non c’è altro che aspettare

Sicuramente ci sono molti piu settaggi da impostare per ottenere quelle bellissime immagini viste nel

sito ufficiale, ma come prima volta pu andare bene cosi.

Anche se mi riprometto di approfondire seriamente questo bellissimo software e magari ci rivedremo

con un piu avanzato.

Intanto vi segnalo l ottimo sito in italiano di fryrender in cui ci sono in italiano e il sito ufficiale

in inglese fryrender.com

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>