Tutorial inizio con zbrush 3 p1

ZBRUSH come si legge in wikipedia è nato come strumento di modellazione principalmente organica, quindi uomini animali mostri piante ecc ed è molto più intuitivo in fase di modellazione rispetto a programmi come 3d studio max o maya.

A breve dovrebbe uscire anche la versione 4 del programma che promette migliorie incredibili.
Il programma lo conosco da un pò di anni ma a causa del poco tempo libero ci siamo sempre ignorati, ma a dire il vero mi ha sempre affascinato, forse perché la sua interfaccia è completamente diversa da tutti i programmi con cui lavoriamo di solito, o forse per la sua concezione di modellazione 3d cosi simile alla scultura reale , o forse perchè non mi serve a niente per il mio lavoro.
L’insieme di queste tre cause hanno scatenato in me la voglia di provarlo
In rete ci sono tantissimi video di modellazione dove gli autori tirano fuori delle vere sculture 3d e lavorano con pazienza certosina scolpendo letteralmente il modello cosi come farebbe uno scultore con la creta.
In rete esiste anche una bellissima comunity italiana di zbrush con un forum molto ricco nel quale sia principianti come me che esperti possono risolvere tanti dubbi, il sito se non lo conoscete già lo trovate all’indirizzo www.zbrush.it
Ho deciso di fare qualche prova e scriverò qui le mie impressioni e quello che riuscirò a capire
clip_image002
All’apertura zbush3 ci chiede se vogliamo partire con un modello predefinito da modificare successivamente o con una poly sfera, e in questo caso dobbiamo partire da zero, tra le forme preimpostate da cui partire vediamo che ci sono sia esseri umani che animali, noi per adesso lasciamo stare le forme preimpostate e partiamo da una poly sfera.
Scegliamo quindi polysfera
L’interfaccia di zbrush lascia un pò interdetti all’inizio perché non è la classica schermata dei programmi windows a cui siamo abituati, ma ha un interfaccia tutta sua.
clip_image004
Una delle prime cose che bisogna imparare in zbrush è impostare la simmetria, sull’asse x, attivando questa funzione quando modelliamo la nostra sfera, tutto cio che facciamo da un lato, il programma lo ricrea allo stesso modo dall’altro lato, questo ci fa risparmiare tantissimo tempo, se come spesso avviene ciò che modelliamo è simmetrico verticalmente, quindi se creiamo un viso di una persona o di un animale, dobbiamo preoccuparci di lavorare solo da un lato, l’altro lato verrà automaticamente creato.
Per attivare o disattivate la simmetria basta semplicemente premere il tasto relativo all’asse che vogliamo rendere simmetrico, quindi clicchiamo sul tasto X, Y, Z per crere una simmetria attorno all’asse x,y, o z.
Potevamo arrivare allo stesso risultato andando nella palette TRANSFORM e scegliere la simmetria attorno all’ asse desiderato
clip_image006
La prima cosa di zbrush che può lasciare perplesso è la sua unità 3d più semplice, ovvero il punto di partenza di ogni modello 3d che è la ZSPHERE.
Partendo da questa sfera è possibile integrarla con altre sfere e semplicemente spostando e scalando queste sfere si riescono a creare modelli organici eccezionali
Possiamo inserire una zsphere richiamandola dal pannello a destra, diversamente dalla polysfera la zsphera è di due tonalità diverse di rosso
clip_image008
clip_image009
In zbrush fondamentali sono i 2 tasti EDIT e DRAW
Con il tasto EDIT premuto possiamo modificare e implementare la nostra zphere e quindi deve stare sempre premuto quando modelliamo.
Il tasto DRAW invece ci permette di andare a creare nuove zsphere che creeranno il nostro modello
Dal menu DOCUMENT accediamo al pannello dove possiamo aprire un file salvato, importare o esportare il modello verso altri programmi, creare un nuovo modello e decidere la dimensione della finestra di lavoro
clip_image011
Ovviamente una delle prime cose che bisogna imparare è come ruotare muovere o zoomare il modello 3d, lateralmente al quadro di lavoro di zbrush ci soni tasti che cliccandoci all’interno permettono di
clip_image013
Spostare, zoommare, centrare il modello nella finestra,ingrandire in base ad una finestra, la scocciatura di questi tasti è che ci costringono a spostarci con il mouse in posizione dei pulsanti, in realtà esistono dei modi per accelerare questi spostamenti più comuni.
Innanzitutto per orbitare attorno al modello basta semplicemente cliccare con il tasto sinistro del mouse in una zona vuota del quadro di lavoro e tenendo premuto il modello orbita.
Se invece teniamo premuto alt e muoviamo il mouse nello schermo il modello si sposta
Se teniamo premuto lo spazio e teniamo premuto il tasto sin del mouse si sposterà il quadro di lavoro invece
Per iniziare a creare un modello andiamo nel pannello tools sulla destra ed inseriamo una zsphere nel campo
clip_image015
clip_image017
Se adesso provo a cliccare e trascinare di nuovo nel campo vedrò che si crea un’altra sfera, ma non era questo il mio intento, io volevo lavorare e modellare la prima sfera che avevo creato
clip_image017[1]
clip_image019
Allora annullo l’ultima operazione dal menu in alto EDIT UNDO annullo la creazione della prima sfera.
Per far capire al programma che dopo aver creato la prima sfera voglio continuare a lavorare su di essa per modellare, dopo aver creato la prima zsphere devo cliccare il tasto EDIT che dovrà restare premuto per tutto il tempo della modellazione, infatti se provo a togliere il tasto edit durante la modellazione esco dalla modalità edit ed è un casino tornare a lavorare sull’oggetto precedente.
Se invece creo la prima zphere premo il tasto edit in alto sulla sinistra
clip_image021
Vedo che si crea una sfera nell’altra e se continuo si creano tante altre sfere una dentro l’altra, sembrerà strano ma è cosi che si modella con zbrush J è troppo divertente
clip_image023
Ovviamente se lasciamo così il nostro modello non si capisce una mazza di quello che abbiamo creato, queste sfere una nell’altra devono essere spostate scalate modellate ecc.
Ma vediamo un passo alla volta, perche tanto devo vedere anche io come si procede.
clip_image025
Come si può facilmente intuire i tasti per muovere scalare e ruotare le z sphere sono qua, cliccando su move e tirandole le zsphere si spostano
clip_image026
Allo stesso modo premendo SCALE su una delle sfere e muovendo il mouse le sfere si ingrandiscono, muovendole dall’altro lato si riducono
clip_image028
Ovviamente il tasto ruota funziona nello stesso modo
…fine prima parte continua

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>