Rhinoceros, raccordare superfici

Rhinoceros è uno dei programmi in assoluto che mi affascina di più ,appararentemente assomiglia molto adma ha una quantità di comandi  nettamente superiore e permette di fare cose impossibili con autocad.
Non sono un esperto del programma, nel mio pochissimo tempo libero sto gli do un occhiata, pubblico alcuni appunti che stavo prendendo sul raccordo delle superfici.

Partiamo dal
clip_image002 raccorda superficie
Premiamo il tasto e selezioniamo i due lati da raccordare, in basso nella riga di comando possiamo fissare il raggio
clip_image004
clip_image006
Le superfici vengono raccordate, il comando smusso funziona più o meno nello stesso modo
clip_image007 smussa superficie
Dopo aver premuto il tasto e fissato le distanze nella riga di comando clicchiamo sui due lati della superficie da unire con uno smusso
clip_image009
clip_image011
Le superfici vengono unite con lo smusso
Adesso iniziamo a vedere un comando un po particolare, il raccorda e lo smusso infatti li ha anche autocad
clip_image012 raccordo a raggio variabile
Cliccando sui due lati da unire, il programma ci mostra graficamente la superficie curvata indicandoci anche il raggio di curvatura
clip_image014
clip_image016
Con AggiungiHandle impostiamo il raggio di curvatura, possono essere anche diversi
clip_image018clip_image020
Con TroncaEdUnisci possiamo decidere se eliminare la parte troncata o mantenerla
clip_image022clip_image024
Lo smusso a raggio variabile funziona più o meno nello stesso modo solo che l unione delle superfici avviene con uno smusso lineare e non curvo
clip_image025 smusso a raggio variabile
clip_image027 clip_image029
clip_image030 raccorda blend superficie
Questo comando raccorda le superfici con possibilità di variare la curvatura con cui possono unirsi le superfici
clip_image032
Si selezionano sempre i due bordi da unireclip_image034
Nel pannello successivo possiamo impostare l angolo di curvatura delle due curve indipendentemente o bloccarle con il tasto stessa altezzaclip_image036clip_image038clip_image040clip_image042
clip_image043 offset superficie
Offset superficie crea una copia della superficie, ad una distanza prefissata, su questo comando nulla di particolare da dire, è identico all’offset di autocad
clip_image045
Decidiamo il lato dell’offset cliccando sulle frecce, digitiamo la distanza nella riga di comando in basso e diamo l’okclip_image047
Cliccando sulle frecce possiamo decidere da quale lato eseguire l’offsetclip_image049clip_image051clip_image052 combina superfici
Anche questa funzione è molto particolare, mentre la precedente collegava due superfici creando una nuova superficie combina superfici modifica le due superfici esistenti in modo che si fondano in un’unica superficie
clip_image054
Ci sono vari parametri che permettono di impostare in che maniera le due superfici devono raccordarsi
clip_image056
Posizione tangenza e curvatura indicano in che modo le superfici si raccordano, lasciano invariata la loro posizione, creando una superficie tangente a quella esistente, oppure creando una superficie curva
clip_image058clip_image060clip_image062clip_image064clip_image066
clip_image067 ricostruisci superficie
Questo comando consente di aumentare la complessità di una superficie aumentando il numero di maglie sia in senso verticale che orizzontale.
Selezionando la superficie e cliccando sul tasto nel pannello possiamo facilmente impostare il numero di facce
clip_image069clip_image070 collega superfici
Anche questo comando è molto semplice, basta infatti cliccare sui due bordi delle due superficie che si uniscono nel loro punto di incontro.
clip_image072clip_image074clip_image076

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

One thought on “Rhinoceros, raccordare superfici

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>