Tutorial base grasshopper per rhino

Oggi vediamo un semplice base per grasshopper (che sto iniziando a studiare da pochissimo, ma mi ha subito affascinato per le possibilità quasi illimitate di combinazioni di operazioni)

Vorrei provare a realizzare un sistema di pilastri parametrici dove possiamo variare sia il numero di pilastri che il loro interasse

Grasshopper è un plugin perper la modellazione parametrica per nodi, per caricare il modulo di grasshopper scriviamo nella riga di comando la parola grasshopper
image
ecco che si carica l’interfaccia di grasshopper

Grasshopper è scaricabile a questo link http://www.grasshopper3d.com/page/download-1 ed è gratuito, se avete5 è necessario avere la versione s3 altrimenti non è possibile installarlo, per4 invece mi sembra ci voglia la s9 ma non ne sono sicuro

Questo plugin infatti non assomiglia affatto ad un classico plugin di un programma di grafica 3d, ma mi da più l’impressione di un programma di matematica avanzata, anche se sfogliando le varie funzioni, che sono davvero tantissime troviamo anche tanti comandi tipici della modellazione 3D.
Ognuno di questi comandi accessibili dalle  varie sotto schede params, maths, sets, ecc può essere inserito nel quadro di lavoro in basso di grasshopper che rappresenta una sorta di storia di tutte le operazioni fatte. Infine i comandi dati a grasshopper possono essere collegati agli oggetti 3D nella scena di rhino.
image

Procediamo alla creazione del primo pilastro
1. disegniamo nella scena diun pilastro 0.30 x 0.30
image
ora per prima cosa dobbiamo associare queste linee a grasshopper
dalla scheda PARAMS – GEOMETRY – CURVE
image
inseriamo il comando curve
image
per prima cosa conviene sempre rinominare i comandi in quanto se il progetto diventerà più complesso sarà un casino ritrovarsi
per rinominarlo tasto destro sul pulsante e nel menu a tendina nella prima casella scriviamo il nome, ad esempio curve pilastro
image
normalmente quando un comando di grasshopper non è collegato a niente appare di colore arancione
image
adesso leghiamo il pulsante alle linee nel disegno, per fare ciò ancora tasto destro, clicchiamo su set multiple curves e clicchiamo sulle linee
image
quando un pulsante di grass è collegato ad oggetti nel disegno diventa di colore grigio
image
ora per trasformare questo quadrato in un pilastro dobbiamo ragionare come faremmo a crearlo in rhino, sicuramente lo estrudiamo di una certa quantità e diventerà un solido, sfogliando tra le funzioni di grass in surface troviamo il comando EXTRUDE, inseriamolo nel quadro di lavoro
image
come fatto per il primo pulsante rinominiamolo estr pilastro
image
il comando estrusione è formato da 3 interruttori
image
l’interruttore B si collega alle curve da estrudere
l’interruttore D si deve collegare ad un comando che deve dare la direzione di estrusione
in questo caso scelgo dalla scheda VECTOR – VECTOR – UNIT Z
image
in questo modo diciamo a grasshopper che l’estrusione deve avvenire in direzione z
nel momento in cui colleghiamo al comando estrusione alla direzione Z vediamo che il pilastro si estrude di un altezza che non abbiamo deciso noi
image
il prossimo passo sara collegare un altro comando che mi permette di impostare numericamente l’altezza di estrusione, ma questo lo vedremo nella prossima parte

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>