Primi passi artlantis 5 e maxwell esterno diurno tutorial base

Primi passi5 e maxwell esterno diurno base

In questo vediamo come impostare un di esterni con5 utilizzando il motore di maxwell

Artlantis secondo me è un motore di eccezionale in quanto unisce una buona qualità ad una semplicità di utilizzo che nn ha eguali in altri motori di

Per questo utilizzerò un file gia modellato in precedenza con sketchup

All’ apertura del programma scelgo la voce importa

image

Continue reading

Esportare un modello 3D da 3d studio ad artlantis

La procedura è un pò insolita lo ammetto, solitamente i modelli 3d vengono quasi sempre importati in 3d studio per fare di qualità e mai il contrario, ma questo nasce dalla precisa domanda di un lettore che mi chiedeva appunto come fare questo passaggio.

La procedura è molto semplicelegge infatti sia i file DWGche i file 3DS.
Purtroppo non legge i .MAX che sono i file propri di 3d studio, ma poco male possiamo usare i formati citati sopra

Partiamo da 3d studio e apriamo il nostro modello da convertire

image
clicchiamo sul pulsante in alto a sinistra di 3d studio e scegliamo esporta dal menu

–>
image
come accennavo i formati di esportazione sono tantissimi
image
scegliamo dwg o 3ds il risultato bene o male è lo stesso
A questo punto apriamoe scegliamo il formato del nostro file, in questo caso ho salvato in 3ds
image
un pannello ci chiede la scala di importazione
image
confermando con importa la conversione avviene correttamente
image
nb per evitare che intutti gli aggetti abbiano
gli stessi materiali è necessario in 3d studio dare ad ogni oggetto un materiale diverso, qualunque esso sia, poi il settaggio corretto dei materiali verrà fatto in artlantis

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED

Rendering artlantis 5 : inserimento oggetti

continuiamo l’esplorazione di5 attraverso la realizzazione di un di esterni, ora analizziamo i cambiamenti che sono stati apportati al catalogo.
Il catalogo permette di gestire le risorse texture e oggetti di artlantis, il programma dovrebbe avere gia installate delle texture e degli oggetti , nel caso non dovessero esserci la causa può essere che al momento dell’installazione non avete spuntato la voce media che installa appunto questi componenti .
Per accedere al catalogo, bisogna cliccare su un tasto effettivamente un po nascosto che si trova in basso a destra e sin dell’ interfaccia e appare come un rettangolo ruvido
image

image
cliccando si apre il pannello del catalogo
image
grazie a questi pulsanti possiamo visualizzare
image
texture
image
suddivise in 4 sottocategorie
anche gli oggetti sono suddivisi in varie sottocategorie
image
troviamo poi delle immagini sagome chiamate cartelloni e delle immagini varie
image
per capire dove sono stati installati questi oggetti facciamo tasto destro su uno di questi e scegliamo mostra nella cartella
image
nella cartella documenti si crea una cartella abvent con una sottocartella artlantis – media che contiene appunto gli oggetti e le texture
per inserire un oggetto basta prenderlo dal catalogo sotto e trascinarlo nel quadro di lavoro
image
dalla scheda oggetti possiamo regolarne le dimensioni ed il posizionamento
image
anche se il modo migliore per posizionare precisamente un oggetto è ricorrere alla finestra 2d e dalla vista di pianta posizioniamo precisamente i nostri oggetti
image
se mentre trasciniamo un oggetto nella finestra 2d teniamo premuto il tasto ALT verrà eseguita la copia di quell’oggetto
image
gli oggetti inseriti di default effettivamente sono un po pochini bisogna procurarsi altri oggetti, internet è pieno di oggetti gratuiti per artlantis, una tappa obbligata è sul sito archiradar.com secondo me il sito italiano più fornito di oggetti per artlantis, ultimamente hanno aggiunto anche una sezione a pagamento, voi andate in quella gratuita se non volete acquistarli.
Per scaricare bisogna registrarsi al sito
Ho scaricato degli oggetti per fare una prova per inserirlo basta trascinare nella scena l’oggetto oaf che mi serve
per eliminare un oggetto basta selezionarlo dall’elenco a sinistra, tasto destro e scegliamo elimina
image
in questa maniera riusciamo a sistemare il verde nel nostro e siamo pronti per inserire i materiali, nel prossimo tutorial
image

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...