Autocad 2011 : Scolpisci superficie

La versione 2011 di autocad è davvero ricca di novità, una di queste è il comando SCOLPISCI SUPERFICIE, un comando già presente da tempo in rhinoceros davvero utile,che permette, partendo da una serie di superfici intersecate di creare un solido nel loro punto di unione.
Gli utilizzatori di rhino sapranno benissimo come funzione e che si tratta di un ottimo comando per ottenere un solido di base dal quale iniziare poi la modellazione particolareggiata.

Vediamo come funziona, ho scaricato da internet le blueprints di un cellulare che posiziono sullo schermoclip_image002
Con lo strumento arco vado a definire i profili del cellulare, ho creato volontariamente l arco piu lungo della sagoma e faccio lo stesso per tutti i laticlip_image004clip_image006clip_image008
Traccio anche il profilo superiore ed inferiore che vado poi a ruotare con ruota3dclip_image010clip_image012
Estrudo tutti gli archi che non definendo una forma chiusa autocad trasforma in delle superficiclip_image014clip_image016clip_image018clip_image020clip_image022clip_image024
A questo punto apro la barra degli strumenti modifica superficiclip_image026
Attivo il comando scolpisci superfici e seleziono tutte le superfici
clip_image028
Come risultato ottengo la scocca del cellulare come oggetto solidoclip_image030
Ovviamente questo è solo un punto di partenza per la modellazione , ma qui volevo solo mostrare l’utilizzo del comando

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED

grafica2d3d-Corsi di formazione e Modellazione 3D
Realizziamo modelli 3D e Render nel settore architettonico e meccanico
ci occupiamo di formazione con corsi privati e presso centri di formazione accreditati
CORSI RENDER
vray in 3ds max, vray in sketchup, vray in rhino
CORSI MODELLAZIONE
autocad, rhinoceros, archicad, revit, 3d studio, sketchup
CORSI CAD e GRAFICA 2d
photoshop per l'architettura
CORSI CAD CAM
catia v5, solidworks

per ulteriori info visita la pagina FORMAZIONE oppure contattaci dalla pagina CONTATTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *