Rendering artlantis 5 : inserimento oggetti

continuiamo l’esplorazione di artlantis 5 attraverso la realizzazione di un render di esterni, ora analizziamo i cambiamenti che sono stati apportati al catalogo.
Il catalogo permette di gestire le risorse texture e oggetti di artlantis, il programma dovrebbe avere gia installate delle texture e degli oggetti , nel caso non dovessero esserci la causa può essere che al momento dell’installazione non avete spuntato la voce media che installa appunto questi componenti .
Per accedere al catalogo, bisogna cliccare su un tasto effettivamente un po nascosto che si trova in basso a destra e sin dell’ interfaccia e appare come un rettangolo ruvido
image

image
cliccando si apre il pannello del catalogo
image
grazie a questi pulsanti possiamo visualizzare
image
texture
image
suddivise in 4 sottocategorie
anche gli oggetti sono suddivisi in varie sottocategorie
image
troviamo poi delle immagini sagome chiamate cartelloni e delle immagini varie
image
per capire dove sono stati installati questi oggetti facciamo tasto destro su uno di questi e scegliamo mostra nella cartella
image
nella cartella documenti si crea una cartella abvent con una sottocartella artlantis – media che contiene appunto gli oggetti e le texture
per inserire un oggetto basta prenderlo dal catalogo sotto e trascinarlo nel quadro di lavoro
image
dalla scheda oggetti possiamo regolarne le dimensioni ed il posizionamento
image
anche se il modo migliore per posizionare precisamente un oggetto è ricorrere alla finestra 2d e dalla vista di pianta posizioniamo precisamente i nostri oggetti
image
se mentre trasciniamo un oggetto nella finestra 2d teniamo premuto il tasto ALT verrà eseguita la copia di quell’oggetto
image
gli oggetti inseriti di default effettivamente sono un po pochini bisogna procurarsi altri oggetti, internet è pieno di oggetti gratuiti per artlantis, una tappa obbligata è sul sito archiradar.com secondo me il sito italiano più fornito di oggetti per artlantis, ultimamente hanno aggiunto anche una sezione a pagamento, voi andate in quella gratuita se non volete acquistarli.
Per scaricare bisogna registrarsi al sito
Ho scaricato degli oggetti per fare una prova per inserirlo basta trascinare nella scena l’oggetto oaf che mi serve
per eliminare un oggetto basta selezionarlo dall’elenco a sinistra, tasto destro e scegliamo elimina
image
in questa maniera riusciamo a sistemare il verde nel nostro render e siamo pronti per inserire i materiali, nel prossimo tutorial
image

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED

Rendering artlantis 5 : applicare texture

Continuo con la carrellata delle nuove caratteristiche di artlantis 5
Il pannello shaders è rimasto invariato nei contenuti, è cambiata solo l’interfaccia è il posizionamento delle funzioni
image
in basso abbiamo il catalogo dal quale possiamo aggiungere gli shaders preinstallate dal programma
nel pannello a sinistra vediamo la suddivisione degli oggetti per materiali importati da archicad
Per applicare uno shaders preimpostato basta sceglierlo nel pannello in basso e lo trasciniamo sull’oggetto nella scena

dal pannellino in basso a sinistra possiamo accedere a vari cataloghi di materiali
image
trascino uno shader di erba sul terreno che si applica all’oggetto

–>
image
dal pannello superiore posso regolare le principali caratteristiche del materiale
image
posso regolarne le dimensioni
posso mixare la texture con un colore
posso ruotare la texture
dal pannello in fondo posso regolare il tipo di proiezione della mappa sull’ oggetto
image
se invece di usare un materiale preimpostato voglio applicare una texture personale, come nelle vecchie versioni del programma clicchiamo sull’oggetto nella scena vediamo che nel pannello a sinistra si illumina il materiale
image
cliccando sul nome tasto destro e dall’elenco scelgo aggiungi texture e aggiungiamo la mappa
image

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED

Rendering artlantis 5 : illuminazione esterno settaggio heliodon

Nel tutorial precedente avevamo importato il modello 3d da archicad e dato uno sguardo veloce all’interfaccia del nuovo artlantis 5, ora vediamo come impostare un illuminazione di esterni
All’apertura vediamo il modello completamente nero perchè non è ancora impostata nessuna luce
image
il sole va regolato dalla scheda heliodonica come per le precedenti versioni
dalla scheda sinistra vediamo la luce heliodonica inserita di default

image
clicchiamo con il tasto destro sulla heliodon e scegliamo attiva per vista corrente
image
in questo modo il modello appare illuminato, notate che nella scheda di sinistra è apparso anche Accamera nell’elenco a discesa

–>
image
ora pero il sole va impostato
la scheda superiore contiene tutti i settaggi che possiamo applicare al sole
con i comandi piu a sinistra posso decidere se impostare il sole in base ad una città ed a un orario e mese, con quello di sotto posiziono manualmente il sole, il terzo posiziona il sole a 45 gradi a sinistra della fotocamera, ovviamente sceglieremo in base al tipo di lavoro il settaggio del sole, se è fondamentale vedere la variazione reale delle ombre rispetto al contesto sceglieremo la prima soluzione, se invece vogliamo illuminare il modello facendo in modo che non siamo mai contro sole ed il sole si trova quindi sempre alle nostre spalle sceglieremo la seconda o la terza opzione
image
per questo esempio ho scelto l’ora è il giorno attuali
 image
ovviamente per rendere reale il tutto dobbiamo impostare la posizione reale del nord di progetto, per fare questo apriamo la scheda 2d premendo il tasto in alto a destra, si apre una nuova scheda che mostra il nostro edificio dall’alto e la posizione del nord sulla sinistra, ruotiamolo in modo da farlo coincidere con il nord reale del nostro progetto
image
a questo punto mi posiziono meglio con la camera per avere una percezione migliore della luce, entro nella scheda camera
posso posizionarmi in due modi o muovendo il mouse e schiacciando la rotellina, ma è complicato mettersi precisamente in posizione oppure riaprendo di nuovo la finestra 2d che stavolta mostrerà il posizionamento della telecamera
image
posso posizionare anche la camera rispetto alla verticale con i selettori in alto a sin della finestra 2d che mostrano una casetta da vari punti di vista, cliccando su essi entriamo in una vista laterale e muoviamo la camera
image

con il pannello successivo scelgo colore del sole e del cielo e la loro potenza, attiviamo sempre le ombre per avere una visione più reale
image
clicchiamo su rettangolo accanto a sole e scegliamo un colore giallino, mentre sceglieremo un azzurro per il cielo
image
con ombre e raggio di sole posso inserire le ombre e sceglierne la qualità, mentre la voce raggio di sole crea una sorta di luce volumetrica in cui vediamo i raggi del sole, molto bella secondo me
l’effetto è un po lento ad essere visualizzato nella finestra di anteprima, quindi aspettate un attimo, attenti a non usare valori troppo alti
image
image
l’opzione bagliore lente crea degli effetti di luce particolari che personalmente non mi piacciono molto quindi non li attivo
con il selettore inquinamento inserisco una sorta di nebbia nel render, anche questo comando lo vedo poco utile

image
invece nuvole è interessante in quanto rende più credibile il cielo inserito di default,attivandolo inserisce subito delle nuvole che possiamo settare premendo il tasto nuvole
image
come per le versioni precedenti muovendo i 4 selettori decidiamo il tipo di nuvole da inserire e se devono o no mascherare il sole per creare un render nuvoloso
image
le imposto in modo da non creare una cielo troppo buio
image
premendo il tasto con il dado generazione, è il programma a proporre delle nuvole a casaccio
nella prossima parte del tutorial vedremo come abbellire il render con alberi, piante ed oggetti d’arredo per rendere la vista più piacevole prima di passare all’inserimento dei materiali

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED

Rendering artlantis 5 : importazione modello archicad

Da poco è stata rilasciata la nuova versione di artlantis 5, leggendo un pò in giro molti sono scontenti della nuova interfaccia grafica e qualcuno anche del funzionamento e di rallentamenti vari che avrebbe la nuova versione,pochi giorni fa  ho scaricato il demo dal sito ufficiale per fare delle prove

Lo trovate a questo indirizzo : http://www.artlantis.com/en/downloads/

Vediamo come importare un modello da archicad al nuovo artlantis 5 e la nuova interfaccia del programma, nei tutorial successivi vedremo poi come illuminare sia un esterno che un interno e come gestire materiali e luci.

La procedura di importazione è rimasta invariata rispetto alle versioni precedenti, creo un modello con archicad e visualizzo una vista 3d, da qui dal menu archivio

image
scelgo salva con nome
image
archicad 17 permette di salvare direttamente per artlantis 5, con archicad inferiori è possibile salvare per versioni precedenti, ma non cambia nulla le versioni sono compatibili tra loro
image

–>

nel pannello di esportazione come per le vecchie versioni scelgo cosa importare
image
le telecamere e il sole, importarle è indifferente perche in artlantis possiamo comunque aggiungere altre telecamere ed inserire il sole, lasci importare solo la telecamera, mi chiede se voglio importare le texture di archicad, decido di non importarle in quanto voglio inserire i materiali direttamente in artlantis
confermo con il tasto esporta
All’apertura del programma noto che l’interfaccia è cambiata radicalmente e questa cosa gia mi piace Sorriso in quanto i programmi che restano sempre uguali con il tempo mi annoiano, trovo molto divertente invece andare a scoprire miglioramenti e peggioramenti delle nuove versioni
image
image
nella parte in alto troviamo il cuore dei comandi di artlantis diventati in stile ribbon ormai adottata non so perchè da tantissimi programmi
le schede sono le stesse della vecchia versione
shaders impostiamo le texture
luci impostiamo le luci interne
heliodoniche impostiamo la luce del sole
oggetti inseriamo nuovi oggetti
prospettive cambiamo la modalità di vista da prospettiva a parallela, animazioni ecc
passando da una scheda all’altra ovviamente il contenuto dei comandi cambia ma la fascia sopra e sotto l’area del 3d resta uguale, da quella superiore posso impostare il layer su cui lavorare, la telecamera e la possibilità di aumentare o ridurre la telecamera
image
nella fascia di sotto posso impostare ISO e SHUTTER della telecamera, oltre ai comandi per zoom
image
la fascia di sinistra invece si aggiorna a secondo della scheda in cui mi trovo
image
nella prossima parte del tutorial cercherò di illuminare questo render di esterno, per poi mettere le texture e oggetti da giardino tipo alberi, piante e arredo da esterno

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED

Artlantis gestire texture sovrapposte

Una caratteristica molto utile in artlantis è la possibilità di sovrapporre piu texture sulla stessa parete per formare ad esempio una piastrellatura.
Apriamo un semplice modello 3d e vediamo come fare
clip_image002
innanzi tutto posizioniamo le piastrelle che riempiranno l’intera stanza
selezioniamo la parete, tasto destro e scegliamo aggiungi texture

clip_image004
abbiamo applicato il primo strato di piastrelle
clip_image006
dopo aver applicato la singola texture
clip_image008
ricordatevi di spuntare la ripetizione della texture in orizzontale e verticale attivando le due caselle sotto mantieni proporzioni
clip_image009
a questo punto applichiamo il secondo strato di texture, che potrebbe essere ad esempio una greca che gira attorno alla stanza, come fatto in precedenza, tasto destro sulla parete aggiungi texture
clip_image011
vediamo la texture aggiungersi sovrapponendosi alla precedente
clip_image013
innanzitutto trasciniamola in posizione con il tasto sin del mouse
clip_image015
poi attiviamo l’opzione di ripetizione orizzontale
clip_image017
ecco la nostra greca posizionata
clip_image018

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED