TUTORIAL 3D Studio max: animare una telecamera lungo un percorso

Partiamo da una semplice scena e creiamo una linea che rappresenta il percorso del

Nostro filmato, quando tracciamo la linea attiviamo smooth e bezier per ottenere una

Curva dolce della nostra curva e non spezzettata

Selezioniamo la curva e posizioniamola alla quota di circa 1.70 m, inoltre

attivando la modifica a livello punti possiamo anche modificare la quota

dei singoli punti creando un po’ di movimento nella nostra animazione

A questo punto inseriamo una telecamera

Adesso per legare la telecamera al nostro percorso, con la telecamera
selezionata nel pannello motion ( rappresentato da una ruota) andiamo su position
, clicchiamo sul pulsante con il punto interrogativo e scegliamo path constraint

Clicchiamo su add path e selezioniamo la linea del percorso,dopo di che notiamo che la telecamera si aggancia al percorso e non c’è più modo di staccarlo 😉

Attiviamola vista telecamera

E cliccando sul tasto play possiamo osservare la nostra animazione, fare eventuali modifiche, dopo di che possiamo creare l animazione.

Cliccando sul tasto per la configurazione del tempo (icona a forma di orologio in basso a destra accanto agli zoom) possiamo scegliere una durata maggiore per il nostro filmato cambiando il valore end time in quanto il valore 100 corrisponde a circa 4 secondi dopo aver inserito il tempo esatto premiamo rescale time

Apriamo la finestra render e scegliamo da common parameters range 0 100 avremmo potuto scegliere anche un range piu ristretto per la nostra animazione

Scegliamo le dimensioni della finestra dell’ animazione

In render output scegliamo il nome e il formato dell animazione

Qui sceglieremo o un formato video avi o mov applicando una compressione video

Oppure salveremo il video come immagini consecutive (JPEG) che alla fine monteremo tutte assieme sempre con una funzione integrata in 3dstudio , questo secondo metodo preferibile in quanto in caso di mancanza di corrente o si blocca il computer possiamo riprendere l animazione da dove l’ avevamo interrotta senza dover rifare il lavoro

In quest esempio ho scelto la compressione cinema, ottime sono anche Divx e techSmith se non le avete in elenco vuol dire che dovete scaricarle da internet sono gratuite e con google si trovano in un attimo

A questo punto possiamo lanciare il render e aspettare che finisca

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED

Corso sketchup 3D on line o in sede a Napoli

Corso sketchup 3D on line o in sede a Napoli

Corso sketchup 3D on line o in sede a Napoli

Corso sketchup 3D on line o in sede a NapoliProgramma delle lezioni modellazione con sketchup:

interfaccia del programma
impostazioni modello
impostazione unità misura
palette informazioni entità
palette lucidi
strumento linea
strumento cerchio , poligoni , arco , seguimi
importazione file autocad / archicad e messa in scala
importazione immagini e messa in scala
creazione di modelli partendo da zero
creazione di modelli partendo da dwg
creazione di modelli partendo da immagini
strumento rettangolo
comando muovi
comando ruota
comando muovi una copia
comando ruota una copia
crea gruppi
assi di riferimento assoluti e relativi
strumento misura e guide
offset
salvataggio scene
strumento sezione
i gruppi e i componenti
i materiali
installazione ed utilizzo dei principali plugin per l’architettura

CONTATTI https://www.grafica2d3d.com/contatti

TUTORIAL Archimaterial plugin gestione materiali archicad

Pur utilizzando molto spesso archicad e preferendolo per immediatezza ad altri

programmi che conosco, devo ammettere che ha alcune lacune che inspiegabilmente

non vengono mai corrette in nessuna delle nuove versioni, per questo motivo molte

società esterne hanno sviluppato dei plugin esterni che sopperiscono a queste carenze.

Il plugin che vorrei mostrare oggi archi material che serve a migliorare la gestione dei

materiali in archicad che secondo me molto carente.

I difetti principali della gestione dei materiali di archicad sono:

  • l impossibilità di visualizzare in anteprima i materiali in modo da visualizzare

velocemente quello che ci serve

  • per applicare un materiale ad un componente archicad dobbiamo

necessariamente aprire il pannello di settaggio del componente che ci interessa

  • a meno che non estendiamo al massimo la barra delle informazioni con perdita

di spazio sullo schermo

  • l impossibilita di ritagliare o raddrizzare un immagine senza ricorrere a programmi

di fotoritocco esterni

Il plugin archi material riesce a sopperire a queste carenze permettendo una gestione

dei materiali simile a quella di atlantis permette cioè di visualizzare

in anteprima tutti i materiali e di applicarli semplicemente trascinandoli, consente inoltre

di raddrizzare e ritagliare un immagine oltre ad applicare altri effetti.

Dopo aver installato il plugin copiando il file apx nella cartella addons di archicad e la

cartella .lib tra le librerie di archicad possiamo aprire i programma

In DESIGN EXTRADESIGN ARCHIMATERIAL

Apriamo la palette archimaterial


Premendo sul primo tasto si aprono due pannelli nel primo visualizziamo un anteprima

Di tutti i materiali caricati nelle librerie attive di archicad, nel pannello bianco invece

Appaiono le info riguardanti gli oggetti che andiamo a selezionare

Ad esempio selezioniamo il tetto e vediamo che nel pannello appariranno le info

Se volessimo cambiare velocemente la texture del tetto ci basta individuare la texture

desiderata nel pannello di riepilogo delle texture e trascinarla nel pannello delle info

del singolo oggetto appena visto sopra

Vediamo la nuova texture applicata in un attimo

Se volessimo trasferire le propriet di un materiale ad un altro la cosa

altrettanto immediata,

selezioniamo in primo luogo l oggetto sorgente

clicchiamo sul pulsante con il contagocce e clicchiamo su un punto

notevole (spigolo) dell oggetto, clicchiamo sul pulsante con la siringa e

clicchiamo su un punto notevole (spigolo) dell oggetto che deve ricevere

il nuovo materiale

Con il quarto pulsante possiamo caricare una texture qualunque dal nostro pc con

APRI, creare in automatico un immagine bump spuntando la voce crea

l immagine e salvvandola nelle librerie attive di archicad

Con il quarto tasto possiamo aprire una texture

Con lo strumento poligono posso ritagliare e raddrizzare prospetticamente un immagine

salvandola poi tra le librerie attive di archicad

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED

Tutorial: archicad 11 importare una mazzetta di colori RAL

Vediamo come

archicad 11 importare una mazzetta di colori RAL

Facendo una ricerca su google ho trovato notizie su questi colori, praticamente sono staticreati dalla Deutsches Institut f r G tesicherung und Kennzeichnung negli anni 20′ percercare di regolamentare ed organizzare i colori in una sorta di catalogo comune.
Ad esempio adesso sto facendo un cancello che dovr essere verniciato con il colore ral 8007
a questo indirizzo possiamo trovare la mazzetta di colori ral LINK
Partendo da questo catalogo chiunque ha dimestichezza con photoshop pu facilmentecrearsi una cartella con i colori ral.

Quello che per vorrei mostrarvi qui la possibilit di importare in automatico l’interamazzetta di colori RAL nei materiali di archicad.Innanzi tutto accertiamoci di avere nella cartella addons di archicad la cartella Colori ral,nel caso non riusciamo a trovarla possiamo scaricarla da internet al sito della graphisoft
che troviamo qui sotto, scarichiamola copiamola nella cartella addons e avviamo archicad

http://www.graphisoft.com/support/archicad/downloads/goodies11/ITA.html

Fatto questo notiamo che nel menu opzioni troviamo la voce importa colori ral

Cliccandoci sopra il programma ci chiede di selezionare la cartella che contiene i colori enon diamo il percorso della cartella goodies colori ral come vediamo in figuraFatto questo si apre un pannello che ci permette di scegliere tra tutti i colori dellamazzetta ral, scegliamo quello che ci serve e cliccare su ok

Andando a cercare nei materiali disponibili troviamo i nostri colori ral caricati

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED

Tutorial: Creiamo un cancello con archicad e trussmaker

ciao a tutti in questo tutorial vedremo come realizzare in pochissimi passi un cancello con

trussmaker integrato in archicad 11

partiamo da un immagine di un cancello presa da google inseriamola nella scena e
mettiamola in scala con in comando edita modifica ridimensiona


Iniziamo a ricalcare il cancello servendoci di linee e archi, purtroppo non possiamo usarele spline in quanto non sarebbero riconosciute da trussmaker

Ecco il cancello, non ho prestato molta cura nel ricalcarlo perche non mi interessa fare un
lavoro perfetto qui ma solo mostrarvi come funziona il trussmaker, voi ovviamente
prendetevi tutto il tempo che volete per ricalcare il vostro cancello piu precisamente possibile
A questo punto ho dato un colore diverso a tutte le parti di cancello che dovevano
avere sezioni diverse.
Seleziono tutto il disegno e dal men DESIGN – EXTRADESIGN TRUSSMAKER
si apre il pannello che vedete sotto
Possiamo scegliere se creare una sezione rettangolare,circolare oppure a T e doppia T

Diamo gli spessori che ci interessano e pigiamo salva con nome
Salviamo l oggetto

Creiamo una copia speculare e guardiamo il risultato in 3d

Bello vero?!?
Ovviamente avrei potuto creare il cancello in autocad se non conosco bene il 2d di archicad
come linee ed importarlo in archicad seguendo la procedura sopra
Se volete quest oggetto archicad fatemi sapere che ve lo invio per email

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED
Pagina 15 di 353« Prima...10...1314151617...203040...Ultima »