inserire un modello archicad 11 in google earth

Dalla versione 10 di archicad e stato creato un addons che permette ad archicad di

comunicare con google earth e google 3d warehouse.

E possibile quindi condividere un proprio edificio con altre persone, visualizzarlo nel suo contesto naturale

ed accedere alla vasta libreria 3d warehouse di oggetti 3d creati con google.

Innanzitutto dobbiamo scaricare ed installare il plugin che ci consentedi metterein collegamento archicad

e google earth , a questo indirizzo trovate il link per il download

http://www.graphisoft.com/products/archicad/solutions/ge_earth_connections_download.html

Scaricato ed installato il plugin troviamo nel menu ARCHIVIO delle nuove voci

Innanzi tutto creiamo il nostro progetto 3d, io per brevit faro una semplice scatoletta J

Prima di inserire il nostro modello apriamo google earth e facciamo uno zoom abbastanza vicino del posto

dove vogliamo inserire il nostro edificio, io ho scelto ad esempio piazza plebiscito a Napoli, quindi mi

avvicino alla zona e abbasso a tendina google earth ritornando su archicad

A questo punto vado sul menu ARCHIVIO – CONNESSIONI GOOGLE EARTH –

POSIZIONA ISTANTANEA GOOGLE EARTH

Automaticamente il progetto si inserira al centro della finestra da noi impostata, ovviamente

con i comandi sposta e ruota di archicad possiamo migliorare la posizione nel contesto del nostro modello

Per vedere il nostro modello all interno di google earth basta tornare nel menu

ARCHIVIO CONNESSIONE – OPZIONI GOOGLE

e nel pannello che si apre scegliamo MOSTRA POSIZIONE SU GOOGLE EARTH

Per un inserimento piu preciso del modello in google earth possiamo anche inserire le coordinate di

inserimento manualmente, farlo e semplicissimo, ci posizioniamo sul punto di inserimento in google earth,

leggiamo le coordinate nel pannello in basso a sinistra

E dal pannello OPZIONI GOOGLE MODIFICA inseriamo manualmente le coordinate

Per salvare il modello definitivamente in google earth basta in google earth nel pannello di sinistra fare clic

con il tasto destro del mouse sul progetto da noi inserito e scegliere salva con nome, il file verra salvato

in kmz formato nativo di google earth e sar disponibile per chiunque navighi in google earth.

Con questo plugin possiamo anche importare modelli realizzati da altri utenti in archicad, per farlo basta

Andare in CONNESSIONI GOOGLE EARTH IMPORTA UN MODELLO DA 3D WAREHOUSE

Nella finestra scegliere il modello, cliccarci sopra e per importarlo scegli scarica modello 3d

Il modello sara automaticamente inserito all interno della finestra archicad

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED

prova 3d studio max + vray per esterno

Sull’ ottimo sito 3DSmile ho trovato questo bel modello dei trulli pugliesi, ho deciso di fare alcune prove ( LINK )

3d studio max+vray 1.5

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED

Archicad11 : far ricomparire oggetti scomparsi dopo l’;elevazione

L altro giorno un amico stava modellando una libreria con archicad e mi ha dato lo spunto per scrivere

questo brevissimo tutorial.

Il suo problema nasceva dal fatto che ogni volta che andava a disegnare le mensole e i divisori in alto nel

suo oggetto questi sparivano dalla vista di pianta diventando cosi impossibile sia la modifica che il controllo

delle parti.

Infatti non riusciamo a vedere in pianta i due divisori degli scaffali in alto.

Il problema di semplicissima risoluzione, basta andare nel menu

DOCUMENTO PIANO DI TAGLIO PIANTA

in questo pannello notiamo che l altezza piano di taglio dal piano corrente impostato a 1,10 cioe vuol dire

che tutto quello che ad un altezza superiore a 1,10 m scompare dalla vista di pianta.

Per risolvere il problema basta impostare un altezza superiore al nostro oggetto

Nel nostro caso 2m

Ed ecco che in pianta ricompare il nostro oggetto completo

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED

Tutorial base di blender

Da un paio di giorni sto provando ad utilizzare BLENDER, programma open source di

modellazione 3d.

Come sempre scrivo qui le mie impressioni sul programma e quello che riesco a capire

All apertura blender si presenta con quest interfaccia e una sola finestra con vista in pianta,

automaticamente inserisce un cubo al centro della scena

tenendo premuta la rotella centrale del mouse sullo schermo attiviamo la funzione orbita che

ci permette di esplorare il nostro disegno in tutte le angolazioni

Per ripristinare la vista originale ci basta andare in view e scegliere la vista voluta tra side,

front, top o camera.

Volendo possiamo anche usare i numeri che leggiamo accanto ai tasti per attivare le viste volute.

Solitamente chi modella in autocad 3d studio o altri programmi di 3D abituato ad utilizzare piu

fineste che inquadrano l oggetto da piu viste diverse.

Per fare cio con blender basta andare con il mouse vicino all orlo che separa la finestra del

disegno dai tasti il cursore diventa una doppia freccia verticale, a quel punto tenendo premuto il tasto destro

del mouse appare una finestrella , scegliamo split area e trasciniamo la linea all interno dello schermo

che vediamo si divide,volendo possiamo anche dividerla piu volte sia in verticale che in orizzontale

Per cambiare vista ad una delle due finestre basta renderla attiva cliccandoci dentro e da view scegliere la

vista preferita

Quando lavoriamo con un oggetto edit mode ed object mode sono gli stati principali in cui

opereremo, edit mode cio modalita di modifica serve a modificare l oggetto o per vertici o per spigoli o

per faccie, object mode invece permette di operare sull intero oggetto.

Una delle cose che spaventa di piu i neofiti di blender , me compreso, e l interfaccia non proprio

amichevole, il programma ha moltissimi tasti e non proprio visibilissimi, un consiglio e quindi quello di

imparare quanti piu comandi da tastiera cosi si evita di andare a ricercare i tasti di qua e di la.

SELEZIONARE UN OGGETTO: La selezione di un oggetto in blender avviene con il tasto destro del mouse e

vediamo un riquadro viola attorno all oggetto selezionato,

MUOVERE UN OGGETTO: per spostare un oggetto basta semplicemente cliccarci sopra e muoverlo con il

mouse, oppure scegliere il tasto G sulla tastiera, se dopo aver premuto G premo il tasto X o Y o Z vincolo

lo spostamento lungo quell asse, scrivendo il valore numerico dello spostamento con la tastiera effettueremo

un spostamento a misura

RUOTARE UN OGGETTO : bisogna premere il tasto R, allo stesso modo del comando muovi se premo il

tasto X o Y o Zvincolo a rotazione lungo quell asse, scrivendo il valore numerico della rotazione con la

tastiera effettueremo una rotazione a misura

FINE PRIMA PARTE continua

Nella seconda parte descrivero le basi della modellazione poligonale con blender, nel frattempo lascio

Qui alcuni link utili

http://www.blender.it/ comunita italiana di blender

http://www.blender.org/ sito ufficiale di blender in inglese

www.blender-tutorial.com sito neonato con bei tutorial in italiano

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED

vray test per esterni

test di studio vray per esterni :

influenza del vraysky ,vraysun e physicalcam sulla luminosita della scena

3d studio max 2008 + vray 1.5 Modello 3D scaricato in rete

VALORI LASCIATI INVARIATI PER I VARI RENDER:

settaggio render

VALORI LASCIATI INVARIATI PER I VARI RENDER:

Settaggio vraysun e vrayphysicalcamera

VARIAZIONE VRAY SKY

SUN TURBIDITY 2

SUN TURBIDITY 4

SUN TURBIDITY 6

SUN TURBIDITY 10

SUN TURBIDITY 4 OZONE 0,2

SUN TURBIDITY 4 OZONE 1

CAMERA FNUMBER = 8

CAMERA FNUMBER = 4

CAMERA FNUMBER = 6

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED