Scale di rappresentazione nel disegno tecnico

Scale di rappresentazione nel disegno tecnico

appunti del corso di disegno tecnico: 
 
Regola per determinare la misura di un oggetto in base alla scala

MISURA REALE DELL’ OGGETTO IN CM  / SCALA DI RAPPRESENTAZIONE = MISURA IN CENTIMETRI SUL DISEGNO

 
esempio:

un muro che nella realtà è spesso 30 cm quanto deve essere disegnato in scala 1:50?

30/50 = 0,6cm  ovvero 0,6 centimetri ovvero 6 millimetri


scale maggiormente usate nel disegno architettonico:


SCALA 1:5 – un oggetto che nella realtà è 1 metro sul disegno è 20 centimetri
SCALA 1:10 – un oggetto che nella realtà è 1 metro sul disegno è 10 centimetri
SCALA 1:20 – un oggetto che nella realtà è 1 metro sul disegno è 5 centimetri
SCALA 1:25 – un oggetto che nella realtà è 1 metro sul disegno è 4 centimetri
SCALA 1:50 – un oggetto che nella realtà è 1 metro sul disegno è 2 centimetri
SCALA 1:100 – un oggetto che nella realtà è 1 metro sul disegno è 1 centimetro
SCALA 1:200 – un oggetto che nella realtà è 1 metro sul disegno è 0,5 centimetri
SCALA 1:500 – un oggetto che nella realtà è 1 metro sul disegno è 0,2 centimetri
SCALA 1:1000 – un oggetto che nella realtà è 1 metro sul disegno è 0,1 centimetri

da wikipedia


 Disegno architettonico e urbanistica

  • Scala 1:10 (dettagli di particolari componenti)
  • Scala 1:20 (particolari costruttivi, componenti di arredamento)
  • Scala 1:50 (progetto esecutivo, layout arredamento)
  • Scala 1:100 (progetto architettonico definitivo, costituisce la scala più comunemente utilizzata)
  • Scala 1:200 (progetto preliminare, planimetrie catastali di immobili)
  • Scala 1:500 (Planimetria generale, Piano particolareggiato e Piani esecutivi)
  • Scala 1:1000 (Inquadramento urbano)
  • Scala 1:2000 (Piano Regolatore Generale)

 

Ti è piaciuto l’articolo? Per rimanere sempre aggiornato iscriviti ai FEED

23 commenti su “Scale di rappresentazione nel disegno tecnico”

  1. Salve, ho bisogno di un consiglio: è opportuno presentare un elaborato del progetto preliminare, che riguarda l’inquadramento dell’edificio in considerazione, in scala 1:250?

      1. E’ vero che 1:250 è poco usata in Italia (rispetto a 1:200) ma invece è molto usata nei paesi anglosassoni dove si preferisce dividere per due: 1:1000, 1:500, 1:250, 1:125
        Io comunque la uso se è utile per far stare un inquadramento su un foglio A3 o A4.

  2. Ho un slope di 1:200 come si calcola?…….ho un tubo di 12 metri quanti mm di differenza deve avere tra una punta e l altra.grazie

  3. le misure di una planimetria scaricata dal sito dell’agenzia delle entrate, corrispondono a quelle reali depositate al catasto? e ancora. 9 millimetri in una planimetria in scala 1:200 quanti metri sono? grazie.

  4. La scala 1:30 non esiste, ma in meccanica Piping, per tubazioni industriali, vecchia scuola Snam Progetti la gloriosa, si usava la scala 1:33 1/3, in cui 33,3333 mm corrispondevano ad un metro. Molto più comune è l’utilizzo della scala 1:25.
    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *